"TRIBUTO AI NATIVI AMERICANI"

 

Cavallo Pazzo (Tashunca-Uitico):

Sioux Oglala, 1841 - 1877

"Una grande visione è necessaria.

L’uomo che la possiede deve seguirla, come l’aquila segue

il blu più profondo del cielo."

 

Nacque vicino Rapid Creek, territorio dei Dakota. Cavallo Pazzo era figlio di uno sciamano Oglala e una donna di nazionalità Sioux. Il suo nome "Il suo cavallo è pazzo" (traduzione letterale), gli fu dato forse perché subito dopo la sua nascita un pony selvaggio passò correndo attraverso la valle dove egli si trovava, o forse come dice qualche altro dopo essere diventato un giovane valorosissimo in battaglia.

Si sposò con una donna Cheyenne chiamata Reboso Nero.

Cavallo Pazzo fu un grande capo nominato dagli stessi Nuvola Rossa e Toro Seduto e si dedicò nella maggior parte della sua vita di adulto alla guerra contro le armate degli Stati Uniti d'America.

Come capo guerriero nel 1876 condusse i Sioux ed i Cheyenne, risultando determinante nella vittoria contro il Generale Custer ed il settimo cavalleggeri nella battaglia del Little Big Horn.

Alcuni istruttori della scuola militare americana hanno detto che Cavallo Pazzo è stato il più grande indiano esperto in tattiche di guerra che sia mai esistito.

 

 Una grande visione è necessaria.

L’uomo che la possiede deve seguirla, come l’aquila segue

il blu più profondo del cielo.

 

probabile foto di Cavallo Pazzo

 

 "La questione è solo se si desidera vivere come cani o morire come uomini liberi.

Noi lotteremo e moriremo."

" Non si vende la terra su cui si cammina."